ARI
Home
IQ8MJ!
IQ8MJ su FACEBOOK Stampa E-mail

melfi-ari

 

 

 

 

 

SEGUI SULLA PAGINA FACEBOOK 

IQ8MJ

https://www.facebook.com/ARI-MELFI-IQ8MJ--142068082537245/?ref=aymt_homepage_panel

iq8mj facebook

 

 

 

 

 


 
Esonero esami Radioamatori Stampa E-mail

melfi-ari

 

 

 

 

 

sviluppo economico

Amici

Poichè credo che, non sia a conoscenza,di tutti , vi informo che l’addetto dell’IspettoratoTerritoriale Puglia-Basilicata-Molise di Bari del Ministero dello Sviluppo Economico
all’istruttoria di rilascio della patente di radioamatore, delle domande di esonero dagli
esami e della ricezione delle dichiarazioni di autorizzazioni è il sig. Umberto Dell’Aquila
con numero telefonico 0805557207.

73’

Angelo I7TAZ

 
Castello di Melfi-Orologio a sei ore Stampa E-mail

orologio di melfiForse non in tanti hanno notato che l'orologio sulla torre del Castello di Melfi ( recentemente restaurato) è un orologio a 6 ore.

Prima di tutto iniziamo con il dire che questi orologi non riportano la tradizionale suddivisione del tempo in XII ore, ma in VI.Sono orologi solari, che indicavano, al suono delle campane, le antiche Ore Italiche adottate , a Roma, dalla Chiesa verso la fine del XIII secolo.Queste Ore venivano scandite considerando l’inizio della misurazione del tempo dall’Avemaria della sera, poco dopo il tramonto, e non più dalla mezzanotte, come era consuetudine.Erano quindi necessari quattro giri completi della lancetta per arrivare a segnare le 24 ore, suddividendo così la giornata in quattro intervalli dal 6 ore ciascuno.Per garantire una migliore comprensione dell’ora, era anche prevista la cosiddetta ribotta: dopo circa un minuto, si ripeteva lo stesso numero di rintocchi per rendere così comprensibile l’ora anche per i più distratti.Le prime misurazioni del tempo avvenivano attraverso le meridiane secondo cui la suddivisione sufficientemente precisa del periodo di tempo era compresa fra l’alba e il tramonto, variabile in lunghezze con il variare delle stagioni.

 loreto_-_orologio_italicoL'ora italica, anche detta ora boema, è un metodo di suddivisione del giorno diffusosi a partire dal XIV secolo principalmente in Italia (ma anche in Boemia, Slesia e Polonia), metodo secondo il quale la giornata era divisa in 24 ore della stessa durata, che venivano numerate a partire dal tramonto il quale rappresentava quindi la ventiquattresima ora.Il vantaggio principale di questo metodo è che rendeva facile calcolare le ore di luce residue, dato che era semplicemente necessario sottrarre l'ora attuale da 24. L'inconveniente fondamentale di tale sistema era invece che, dato che il tramonto si sposta nell'arco dell'anno, lo stesso momento della giornata era individuato con orari diversi al variare delle stagioni: ad esempio, il mezzogiorno corrispondeva all'incirca con le ore diciannove in inverno e con le sedici in estate. Inoltre, la lunghezza delle ore non era costante, variando la distanza di due tramonti successivi di alcuni minuti ogni giorno, in più o in meno a seconda del periodo dell'anno.orologio italicoTale metodo di calcolo del tempo venne gradualmente soppiantato dopo la metà del XVIII secolo dalla cosiddetta ora alla francese o ultramontana, usata ancor oggi, che definisce le ore dodici (mezzogiorno) il momento della giornata in cui il sole è allo zenit. L'adozione di tale metodo fu favorita dalla diffusione degli orologi meccanici, i quali per essere regolati sull'ora italica richiedevano aggiustamenti continui che, vista la rudimentale tecnica del tempo, provocavano problemi di manutenzione dei meccanismi.           https://it.wikipedia.org/wiki/Ora_italica

 

 

Video orologio del castello di Melfi:

https://www.facebook.com/luigi.simonetti.52/videos/10207652485864071/

 
ARI---ROMA diploma GIUBILEO 2015/16 Stampa E-mail

giubileo-2015-logo
GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

                  2015- 2016

 

 

giubileo2015_1

Apertura della Porta Santa, Roma, 8 dicembre 2015 – L’evento che dà inizio ufficialmente al Giubileo Straordinario della Misericordia è il rito dell’apertura della Porta Santa alla Basilica di San Pietro.Il giorno dell’Immacolata Concezione, Papa Francesco aprirà proprio la Porta Santa della Basilica di San Pietro.La Santa Messa dell’apertura inizierà alle 9.30 in Piazza San Pietro.

Comincerà così il Giubileo Straordinario della Misericordia, anche se Papa Francesco, durante l’Angelus dell’1 novembre, ha annunciato che questo evento tradizionale verrà anticipato da un’apertura di una porta Santa nella Repubblica Centrafricana, il 29 novembre.

 

 


 

In occasione del “ Giubileo straordinario “, indetto da papa Francesco per mezzo della bolla pontificia “Misericordiae Vultus” che prenderà avvio l’8 dicembre 2015 per concludersi il 20 novembre 2016  ARI sezione di ROMA:

ari roma melfi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

clicca_qui

 

          http://www.ariroma.it/wp/?p=2758



 


 
Onde Medie Stampa E-mail

 

Alla Comunità dei Radioamatori,

degli SWL,degli appassionati del

Radioascoltoe operatori di

Stazioni in “Onde Medie

 

p1090603r pigviptalisman10Cari amici,

ho il piacere d’informarvi che la nella Storia della Radio italiana, oggi - 18 Agosto 2015 - si è accesa una stella.
Infatti lo scenario delle trasmissioni radio in banda “Onde Medie” (MW) dall’Italia, da oggi è ad una svolta. Dopo 11 anni dall’inizio dello switch-off  di storici impianti di trasmissione in Onde Medie del Servizio Pubblico della RAI, le trasmissioni radio su una Banda (MW) che ha fatto la storia della radio, non saranno più riservate o limitate al servizio pubblico, ma potranno liberamente essere gestite da privati. Si apre così la strada ad un interessante scenario nel quale le trasmissioni in Banda “Onde Medie” potranno divenire protagoniste di un un nuovo futuro mediatico e hobbistico della radio. Questo è il primo, interessante traguardo raggiunto dalla nuova Legge n. 115  del 29 Luglio 2015 che aprirà le porte a nuovi operatori radiofonici “ privati “.

T’informo che una più dettagliata presentazione di questa iniziativa di Legge, è consultabile all’indirizzo web: http://www.ari.it/.

L’ARI sostiene questa iniziativa e, per la tutela di una Banda importante nella storia della radio, è al primo posto nello sviluppo di un movimento di opinione  per il sostegno delle trasmissioni in Banda “MW”.

Invito tutti a leggere la pagina web consigliata sul sito ARI : http://www.ari.it/.

 

Grazie e cordiali 73’s !

Alfredo Gallerati, IK7JGI

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 4 di 7